Milano Moda Donna

Valigie Louis Vuitton morbide, rigide e vintage: i modelli intramontabili [FOTO]

Valigie Louis Vuitton morbide, rigide e vintage: i modelli intramontabili [FOTO]
da in Valigie, valigie Louis Vuitton
Ultimo aggiornamento:

    Valigie Louis Vuitton morbide, rigide e vintage: i modelli intramontabili – La valigeria ha segnato l’inizio della storia di una delle maison di moda più conosciute e apprezzate dell’intero fashion system. Parliamo di Louis Vuitton che ormai dalla metà del XIX secolo è sinomino di lusso, qualità e classe inconfondibile. Vogliamo ripercorrere la storia di questo particolare segmento di produzione della maison, proponendo una raccolta di immagini dei più bei modelli di valigie prodotti: partendo dai primissimi bauli e cabine da viaggio, passando per le finissime cappelliere, sino ad arrivare alle valigie morbide e ai trolley dei nostri giorni. Sfoglia la gallery per scoprire il meglio della valigeria Louis Vuitton.

    Il viaggio è da sempre uno dei temi più ricorrenti, se non il principale, dell’intera produzione Louis Vuitton e dell’immaginario del brand. Ciò non è affatto casuale, infatti, all’inizio della storia della maison francese c’è proprio una serie di accessori dedicati al voyage. Il giovane Vuitton dopo un periodo di apprendistato presso il fabbricante di valigie Monsieur Marechal divenne l’artigiano preferito dell’imperatrice Eugenia, madre di Napoleone III. Quattro anni dopo Vuitton realizzò il proprio sogno di mettersi in proprio, producendo una linea di bauli a dir poco innovativa: aprì a Parigi la sua prima valigeria di lusso, con l’insegna “Louis Vuitton: Malletier a Paris”, in Rue Neuve des Capucines. E’ proprio nel 1857 che Vuitton concepisce e crea il suo famoso baule, facilmente trasportabile, con un coperchio piatto e struttura in pioppo e faggio; su di essa veniva incollata una tela cerata grigia (Gris Trianon) in modo da renderlo impermeabile. Dopo il grande successo riscosso nel 1867 durante l’esposizione universale di Parigi, per proteggersi dalle imitazioni l’imprenditore decise, nel 1876, di adottare un tipo di tela a righe in diverse varianti di colore al posto del Gris Trianon.

    Dopo la morte del fondatore del brand Louis, nel 1892, la direzione dell’azienda passò nelle mani del figlio Georges che tre anni dopo, nel 1896, rivestì gli accessori da Louis Vuitton del tessuto con la stampa Monogram, tutt’ora esistente e iconica, che alle iniziali del fondatore (LV), affiancava simboli di fiori inseriti in positivo e negativo in cerchi o rombi. Nel 1901 la maison affiancò alla sua produzione un nuovo modello, la cosiddetta Steamer Bag, la prima borsa morbida fatta per essere riposta all’interno del baule Vuitton, ma anche per essere utilizzata come un bagaglio.

    Negli anni successivi ne vennero create altre come la Speedy bag nel 1926, poi la Keepall Bag nel 1930, e la Noè nel 1932, progettata originariamente con lo scopo di trasportare bottiglie di champagne. Alcuni di questi modelli sono ancora in produzione e resistono tra i più amati assieme alle borse più belle di sempre di Louis Vuitton.

    Lo stile inconfondibile della maison ha reso questi set di valigie amatissime da personalità del calibro di Diane Vreeland, direttrice storica di Vogue America, e protagoniste di pellicole internazionali come le speciali valigie disegnate da Marc Jacobs per la maison in occasione della realizzazione del film The Darjeeling Limited di Wes Anderson, sviluppato intorno al tema del viaggio, reale e spirituale; si tratta di un set realizzato in cuoio naturale e ornato con stampe di giraffe, rinoceronti, antilopi, zebre e palme, un disegno infantile creato dal fratello del regista, Eric Anderson. Negli ultimi anni il brand ha puntato molto sull’innovazione, affiancando alla produzione continuativa con stampa monogram e tela Damier che ha fatto la storia del brand (e ha reso le sue creazioni tra le più desiderate assieme alle valigie dell’altrettanto leggendario marchio Globetrotter), moderni e glamour trolley in vernice logata, o realizzati in materiali tecnici, caratterizzati da nuance vivide e brillanti.

    Sfoglia la gallery per scoprire tutti i più bei modelli di Louis Vuitton e ripercorrere con noi la storia della sua valigeria.

    684

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Valigievaligie Louis Vuitton Ultimo aggiornamento: Lunedì 28/04/2014 12:12

    Milano Moda Donna

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI