Valextra, le proposte per la primavera-estate 2010

da , il

    Attenta ricerca di materiali e di nuove forme che esaltano la lavorazione artigianale e unica del marchio: ecco il segno distintivo della collezione primavera-estate 2010 di Valextra. Una collezione davvero ricchissima, che vede protagoniste borse storiche come la Namasté, la classica maxi hobo, o borse nuove come la carinissima Tip Tap. La palette? Briosa e vivace, ma soprattutto resa ancora più particolare dall’utilizzo di nuovi materiali.

    La novità della stagione? Sicuramente la juta, una fibra naturale al 100% rivestita di vernice poliuretanica che garantisce grande resistenza. L’abbinamento di questi materiali con preziosi dettagli in pelle è la ricetta della nuova linea Positano, con borse adatte per il mare e la vita di tutti i giorni. In questa linea troviamo la Namastè e le classiche Shopping, ma anche su una serie di portafogli, rivestiti internamente in pelle morbida.

    Le nuove borse Tip Tap rimandano al celebre ballo nel suono delle chiusure a scatto che, grazie alla particolare forma a ponte, permettono di aprire e richiudere agevolmente le tasche laterali della borsa. Perfettamente simmetrici nei due lati e realizzati in tre versioni differenti, i modelli introducono anche la variante del manico in corno sulla misura più grande.

    Tra le pochette arriva la Handy, una bellissima clutch per il giorno e perfetta per la sera, ideata in pellame morbido e con la lavorazione “Costa”, immancabile dettaglio distintivo della casa.

    Alcune varianti della Namastè arricchiscono la collezione: la Profile, realizzata in una nuova forma più piccola con profili circolari a contrasto sul classico color pergamena, e la Tulip con manico allungato e filetti tono su tono. La famiglia Tammy si completa con la versione maxi che offre la praticità e la capienza di una shopping ma l’esclusività e l’eleganza caratteristica della linea.

    La palette? Calda e intensa: c’è l’argilla, discreta e raffinata tonalità che ricorda i colori della terra e l’ametista, un lilla luminoso, forte, estivo. Il bianco pergamena diventa prezioso nella versione pigmentata in oro o lucido e perlato abbinato a bagliori d’argento.