Moschino, sfilata primavera estate 2010

da , il

    Disinvolta e contemporanea, questa è la donna di Moschino per la primavera estate 2010. Un eleganza fatta di pezzi classici sapientemente mixati a dettagli moderni, originali, grinta e dinaminsmo per questa collezione per la prossima stagione.

    La donna di Moschino per la primavera estate 2010 è una donna che sa quel che vuole, ha carattere e vuole presentarsi in un certo modo in ogni occasione. La collezione infatti comprende abiti, tailleur dallo stile classico, abbinati a calze ed accessori senza eccessi, ma comprende e mixa anche dettagli nuovi, attuali , a volte anche aggressivi, oppure originali. I tagli simmetrici si alternano a quelli asimmetrici, le lunghezze si accorciano e si allungano a seconda delle situazioni. Una chicca è la t-shirt bianca con la scritta ‘niente’, proposta da sola o anche sotto ad una giacca dal taglio serio, ma ricca di decorazioni che la rendono una mises particolare.

    A metà sfilata la passerella si accende finalmente di tinte adatte alla stagione. I colori protagonisti sono il nero, visto prevalentemente sui primi capi usciti in passerella, il bianco, il blu, presenti anche fantasie astratte, ma la piu bella ed originale è quella con tema naturale. Grandi ciliegie rosse spuntano sugli abiti e le bluse, sia su base neutra di colore bianco che colorata. Presenti anche il celeste e le fantasie floreali.

    Le borse della primavera estate 2010 di Moschino sono eleganti oppure colorate. Piccole e compatte, pochette e clutch, rigide e non, da portare a mano. In collezione anche tracolle, con catenella per un effetto bon ton, e bauletti dall’effetto glam. Le belle supersize ci sono e le conosciamo a fine sfilata, grandi e capienti con una fantasia allegra. Una sfilata ricca di sorprese ed adatta ad un vasto pubblico.