Le dieci borse più belle della storia

Classifica borse storiche

Ormai vi abbiamo parlato di alcune delle borse più belle della storia. Ma quali sono secondo Bags Stylosophy le borse a cui davvero non si può rinunciare? Ecco la nostra classifica delle 10 it bag più belle e desiderabili.

  • Classifica it bag
  • 2.55 Chanel
  • Kirsten Dunst con la 2.55
  • 2.55 Chanel
  • Fendi Baguette anniversario
  • Sex and the city-fendi baguette
  • Baguette Zucca

Da poco tempo Bags Stylosophy ha inaugurato una nuovissima rubrica riguardante le classifiche. La scorsa settimana vi avevamo presentato le dieci borse più belle per l’estate 2009. Da qualche mese invece vi accompagniamo con la rubrica It Bag, che ogni settimana vi racconta come alcune borse siano entrate nella storia.

Nonostante Bags Stylosophy abbia ancora tantissime borse di cui parlarvi e da raccontarvi, sembra giunto il momento di dire quali sono secondo noi le dieci borse a cui il mondo della moda non può e non potrà mai rinunciare.

Partiamo dalla ultima posizione: al decimo posto troviamo la Prada Multicolore Stripes. Collezione di punta della primavera-estate 2008, la Prada Multicolore colpisce tutti fino alla sua prima uscita in passerella. In nappa, è caratterizzata da strisce dai colori accessi creando un vero e proprio arcobaleno. Una borsa amatissima dalle celebrities, come Sienna Miller, e che occupa pagine e pagine di redazioanli nelle riviste di moda.

Subito sopra, al nono posto, la Saddle di Dior. Una borsa dalla forma atipica, dalle curve sinuose che incantano tutti. E’ nel 2000 che la Saddle di Dior trionfa e ottiene il riconoscimento internazionale che merita. Nel 2006 John Galliano, in occasione del decimo anniversario alla direzione artistica della maison Dior, realizza 12 versioni della Saddle, tutte dedicate a 12 diverse nazioni: Cina, Argentina, USA, Messico, Inghilterra, Russia, Spagna, Marocco, Egitto, Francia, India e Giappone. Tutti paesi di forte ispirazione per l’eccentrico stilista.

All’ottavo posto ecco la Muse di Yves Saint-Laurent, una borsa che in questi ultimi anni ha fatto molto parlare di sé. Portata in auge da Kate Moss, più o meno negli stessi mesi in cui come una fenice risorgeva dalle sue ceneri dopo lo scandalo della cocaina, è diventata nel giro di pochi anni una it bag in tutti i sensi, desiderata da tantissime star. E dire che i dettagli che la compongono sono pochi ma efficaci: su tutti, trionfa la Y stilizzata sul fronte.

Settimo posto: troviamo la Jackie di Gucci. Chiamata così dopo essere diventata la borsa simbolo dello stile di Jacqueline Kennedy Onassis, detta anche Jackie O, diventa il simbolo della moda anni sessanta e della bella vita dei ricchi e famosi. Nel 2009 la direttrice artistica di Gucci, l’eclettica Frida Giannini, la riporta in auge grazie a un restyling tutto nuovo, che riesce a coniugare tradizione e modernità in un solo prodotto. Nasce così la New Jackie, una delle borse più belle della primavera-estate 2009.

Al sesto posto si classifica la Marcello di Cartier. La prima borsa della storia a celebrare un uomo e non una donna è un connubio di eleganza, raffinatezza e praticità. Tante, tantissime celebrities la scelgono come borsa della vita, come Angelina Jolie e Monica Bellucci. Cartier mette a segno un colpo importante nel 2007 lasciando questa borsa, che guadagna subito la qualifica di it bag.

Quinto posto per la Baguette di Fendi, la borsetta che negli anni novanta spopolò, diventando un vero e proprio cult. Creata da Silvia Venturini Fendi nel 1996, dopo pù di dieci anni mantiene ancora lo stesso fascino di allora. Migliaia i modelli realizzati: dalla classica Zucca Print a quella con Swarovski per celebrare il decennale.

A un passo dal podio, come quarta classificata abbiamo la Kelly di Hermès. Come poteva mancare lei, la prima it bag della storia? Kelly come Grace Kelly, l’attrice-principessa che usa questa borsa di Hermès per nascondere la sua gravidanza. Un’icona, un simbolo di eleganza immortale, destinato a durare all’infinito.

Ed ecco la triade al comando. Quali saranno le tre borse più belle della storia?

Al terzo posto abbiamo messo la Speedy di Louis Vuitton. Il bauletto perfetto, amato da donne mature e ragazze, che ogni si rinnova in nuovi colori e di nuove trasgressioni. Come la Speedy Graffiti della Stephen Sprouse Collection, un successo incredibile per Louis Vuitton.

Scegliere la borsa più bella della storia tra le ultime due rimaste è stata un’impresa molto, molto difficile. Ci piacerebbe poterle classificare a pari merito, ma siamo costrette a fare una scelta.

Al secondo postola Birkin di Hermès. Una delle borse di maggior successo della storia, declinata in decine e decine di pellami pregiati diversi e diventata una vera ossessione per Victoria Beckham. Il suo nome deriva dalla cantante e attrice Jane Birkin, alla quale fu Jean-Louis Dumas, patron di Hermès nel 1984, a dedicarla. Un mito senza tempo.

Al primo posto non poteva esserci che lei, la mitica Chanel 2.55. Una borsa che esprime tutto il fascino e l’allure di una donna come Coco Chanel, che da sola rivoluzionò il mondo della moda. Celebre è la sua tela matelassé, un ricamo che ancora oggi molti designer cercano di imitare prendendone ispirazione. Ma solo la 2.55 è e sarà sempre la it bag più bella della storia.

Siete d’accordo con la nostra classifica? Lasciate i vostri commenti per farci conoscere la vostra opinione o votate il nostro sondaggio per la vostra it bag preferita!

Immagini tratte da:
images.google.com

  • Classifica it bag
  • 2.55 Chanel
  • Kirsten Dunst con la 2.55
  • 2.55 Chanel
  • Fendi Baguette anniversario
  • Sex and the city-fendi baguette
  • Baguette Zucca
Segui Stylosophy

Venerdì 08/05/2009 da in , ,

Commenti (1)

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
24 maggio 2011 16:25

è ovvio che al primo posto c’era la chanel perchè per me è la borsa più bella del mondo anzi che dico dell’universo!quindi la classifica è più che giusta io sono molto d’accordo!

Rispondi Segnala abuso