Milano Moda Donna

La storia dell’evoluzione della borsa da donna: da accessorio bon ton a vezzo femminile

La storia dell’evoluzione della borsa da donna: da accessorio bon ton a vezzo femminile
da in It Bag
Ultimo aggiornamento:
    La borsa da donna, l'evoluzione di un accessorio di culto

    La storia dell’evoluzione della borsa da donna è scandita da tappe molto interessanti, che hanno portato a una delle invenzioni più importanti di tutti i tempi nel mondo della moda e dell’estetica femminile. Considerate a oggi accessori indispensabili per completare ogni tipo di outfit da giorno, da sera o da occasione, le handbag hanno subito tantissime trasformazioni fino alle forme attuali. Ripercorriamo insieme i momenti salienti dell’evoluzione delle borse da donna.

    La borsa come accessorio fashion non esiste nella storia più antica. Nel corso del Medioevo gli antenati delle handbag furono involucri e marsupi in pellami grezzi fissati alla sella dei cavalli o alla cintura di donne e uomini, usati per portare con sé denaro in monete, cibo, coperte e altri oggetti utili durante i viaggi. Nel Rinascimento, tra il ‘500 e il ‘600 cominciarono a essere prodotti piccoli pouch ispirati alle mode che provenivano dall’Oriente previsti con applicazioni decorative appena accennate, mentre borselli in pelle di capra più strutturati con serrature in metallo o in legno continuavano a essere usati per portare con sé oggetti più grandi. Le borsette portaprofumi furono le prime a essere impreziosite da ricami e lavorazioni più particolari, sostituite alla metà del ‘600 da modelli in velluto, riservati alle classi più alte della società. La seta veniva scelta soprattutto per le piccolissime borse da sposa a inizio ‘700, modelli simili alla moderne minaudiere.

    Con l’avvento degli abiti per l’aristocrazia dalle grandi gonne voluminose, le nuove borse venivano cucite come tasche accessorie all’interno dei vestiti, soprattutto durante l’età vittoriana. La borsa come vezzo non fu accessibile economicamente alla maggior parte della gente fino al XX secolo, quando la produzione di massa ridusse considerevolmente i costi di produzione. Con l’evoluzione della moda e dei capi d’abbigliamento femminili sempre più scivolati e aderenti alla silhouette, le borse tornarono a essere separate dagli abiti e reinventate: si fecero sempre più numerose le mini pochette in tessuti preziosi dalle decorazioni barocche con tracolle sottili che venivano legate intorno al polso.

    L’Ottocento vide l’avvento delle borse da passeggio in cartapesta e guscio di tartaruga con cordoncini in metallo o in canvas, spesso rivestite di perline e altre applicazioni.

    Nel 1841 l’imprenditore Samuel Parkinson ordinò un set di borse da viaggio per sé e per sua moglie formato da articoli di diverse dimensioni, tutti realizzati negli stessi pellami pregiati delle valigie: fu l’inizio della storia delle borse moderne. Parkinson commissionò il lavoro al designer H. J. Cave che si ritrovò così a realizzare la prima linea di borse di lusso da donna. A partire dagli anni ’20 del ‘900 si verificò una rivoluzione senza eguali: le borse non dovevano più essere realizzate per mimetizzarsi con gli abiti, al contrario, acquisivano una loro personalità.

    Si entrò così nell’era delle it-bags, le borse icona che hanno segnato la storia della moda come pochissime altre negli ultimi due secoli. Therry Hermès, sellaio di professione, aprì la sua prima bottega nel 1837, Louis Vuitton fondò la maison nel 1854, nel 1909 Gabrielle Chanel inaugurava il suo primo negozio a Parigi: da produttori di bardature, valigie e cappelli, queste tre personalità avrebbero plasmato la storia delle handbag del futuro. La 2.55 di Chanel introdusse la forma delle mini bags a spalla o mano, la maison Louis Vuitton lanciò le maxi shopper in materiali resistenti e i bauletti ispirati alla struttura dei bauli da viaggio, Hermès trasformò le borse a mano in oggetti del desiderio quotati fino a centinaia di migliaia di dollari, le celeberrime Birkin e Kelly.

    A oggi la borsa da donna è proposta in forme sempre più originali, dalle clutch alle minaudiere più piccole, dalle hobo da giorno casual chic alle messenger sportive, creazioni spesso fuori da qualsiasi canone convenzionale, un vezzo femminile che non smetterà mai di esercitare il suo fascino.

    703

    Le it bag più famose
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN It Bag Ultimo aggiornamento: Giovedì 28/01/2016 13:26

    Milano Moda Donna

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI