La capsule collection “Carte Blanche” di Lola Montes Schnabel per Sportmax

da , il

    carte blance lola bag

    Oggi vi presento la capsule collection “Carte Blanche” di Lola Montes Schnabel per Sportmax. Si tratta di una collezione onirica e affascinante creata dall’artista Lola Montes Schnabel, che non si considera assolutamente una stilista anche se, a mio avviso, a tutte le carte in regola per diventarlo. “Carte Blanche” è una edizione limitata che comprende solo cinque accessori: un top, tre foulard e una borsa, per un totale di 1000 pezzi che, ovviamente, sono già un must have!

    La nuova capsule collection Sportmax “Carte Blanche” di Lola Montes Schnabel è stata presentata a Milano pochi giorni fa, la sua è una collezione molto particolare, questi accessori sono decorati con delle stampe ad acquerello realizzate da Lola che poi sono state stampate sulla seta, si crea un mood onirico e affascinante: il connubio perfetto tra moda e arte moderna.

    Lola è una figlia d’arte (suo padre è il pittore e regista Julian Schnabel), ha solo 31 anni ma ha già le idee chiare: “Non sono una stilista né lo diventerò. Sono un’artista e penso che non ci sia tutto questo bisogno di essere categorizzati, rischiando di limitarsi”. E aggiunge: “Appena Sportmax mi ha proposto di partecipare al loro progetto “Carte Blanche” ho accettato: stavo già lavorando su questi acquerelli e il team stilistico della maison li ha saputi trasformare in capi d’abbigliamento. Mi piace molto l’effetto che fanno i miei lavori stampati sulla seta: questo materiale dà loro una grande fluidità, che si addice perfettamente al contenuto, legato al tema della metamorfosi”.

    Per Lola l’ispirazione è la cosa più importante e non si deve mai limitare: “Penso sia fondamentale lasciar correre la propria immaginazione, aprirsi alla fantasia e io, che non faccio arte politica o concettuale, voglio invitare la gente a “sentire” costantemente quello che la circonda. Personalmente tutto mi suggerisce arte: i film, la poesia, la gente comune, la natura”.