Gucci, borse sfilata primavera-estate 2011

da , il

    Ha aperto Gucci il grande carosello delle sfilate milanesi per le collezioni primavera-estate 2011. E non poteva farlo in modo migliore: Frida Giannini, infatti, con la sua collezione dai colori fluo e dagli intrecci dal sapore tribale ha stupito tutti, nel bene e nel male. Noi di Bags Stylosophy non potevamo non puntare il nostro sguardo sulle borse di questa collezione, dove dominano pochette in pitone dai colori metallizzati come l’arancio e il viola, borse dal sapore vintage dove viene rivisitato il classico morsetto, simbolo del marchio, e naturalmente una delle it bag di Gucci: la New Bamboo.

    Quello che conta molto spesso per una collezione di successo, non importa se sia all’avanguardia o assolutamente senza spina dorsale, molto spesso è la sensazione che riesce a trasmettere fin dalla prima uscita. L’impatto, tante volte, conta più della ricerca di uno stile contemporaneo e innovativo.

    Di certo tra qualche mese ricorderemo la collezione primavera-estate 2011 di Gucci, dove Frida Gianni ancora una volta compie un ulteriore passo avanti per affermare la sua visione del marchio. E come sempre anche in questa collezione la direttrice artistica, che è partita proprio dal ramo accessori del marchio, punta tutto sulle borse.

    Protagoniste delle prime uscite sono le pochette in pitone dai colori metallizzati, come arancio e viola, ma che troviamo anche in raso nero e in una versione molto particolare in pelle laserata effetto “cut out“. Spazio, poi, a borse capienti tipo Kelly, in pitone o in pelle, tutte caratterizzate da particolari intrecci stile tribale che ritroviamo anche negli abiti.

    Anche in questa nuova collezione c’è spazio per rivisitare le vecchie icone del marchio, come per esempio la tracolla dal morsetto, simbolo di Gucci da sempre, che in questa primavera-estate torna a nuova vita. E grande protagonista anche per la prossima stagione, non potrà essere che lei, la New Bamboo, dai ricami tridimensionali.