Givenchy, sfilata primavera-estate 2010

da , il

    Una delle sfilate più attese della Paris Fashion Week è stata sicuramente quella di Givenchy, disegnata dal designer italiano Riccardo Tisci. Conosciamo tutti i dettagli della collezione primavera-estate 2010.

    Sempre più case di moda francesi scelgono designer italiani per creare le proprie collezioni. Un esempio è apunto Givenchy, che da qualche anno ormai si affida alle preziose mani di Riccardo Tisci, uno degli stilisti italiani di magior talento.

    Per rappresentare la donna di Givenchy per la primavera-estate 2010 Tisci si è ispirato alle atmosfere arabe e del Nord Africa. Il tessuto della kefiah, sciarpa tipica dell’abbigliamento del Medio-Oriente, viene ripetuto in maniera ossessiva, grazie all’intervento digitale, su completi leggerissimi e ricercati.

    Dal fascino arabo si passa poi a un look che si ispira agli anni sessanta, con stampe optical in bianco e in nero che colorano completi e abiti dal disegno sartoriali.

    Una collezione pret à porter che strizza l’occhio all’haute couture e che conferma ancora una volta il grande talento di Riccardo Tisci alla guida della maison.

    Per quanto riguarda le borse che abbiamo visto sfilare sulla passerella parigina, eleganza soave è la parola d’ordine. Il modello scelto è quella a tracolla, declinato nella versione in chiffon bianco dal disegno a spirale o nell’elegantissima borsa in pelle di stingray nera. Particolare è invece quella in stampa kefiah, che si perde mimetizzandosi tra le pieghe dei vestiti.