Ghostzip, apre il primo flagship store a Sesto San Giovanni

da , il

    In questi due anni abbiamo sempre seguito GhostZip, le simpatiche borse ricavate da una chilometrica zip colorata, e non potevamo quindi mancare all’inagurazione del primo flagship store! Ieri giovedì 15 aprile è stato infatti inaugurato il primo negozio del marchio GhostZip, nato dall’idea di tre ragazzi di trasformare la semplice cerniera lampo in accessori moda come borse, portafolgi, pochette, portamonete, cravatte e addirittura vestiti e lampade. Ospite d’onore dell’inagurazione è stata Irene Pivetti, grande fan di Ghostzip, che sosterrà con la sua onlus Learn To Be Free il progetto di franchising artigianale del brand.

    E’ passato poco più di un anno da quando abbiamo parlato per la prima volta con Paolo Gorni, tra gli ideatori del marchio GhostZip, di queste particolari borse realizzate con metri e metri di cerniera zip, e da allora non abbiamo mai smesso di seguirli e di farci raccontare le novità del mondo GhostZip.

    Durante l’ultima intervista Paolo ci aveva accennato di un ambizioso progetto di rilancio dell’artigianato, che ad ottobre era ancora top secret. Ma i risultati non hanno tardato a farsi vedere! Ecco infatti il primo flagship store del marchio GhostZip, che è stato aperto ieri a Sesto San Giovanni in via Gorizia.

    Noi di Bags Stylosophy, da sempre fan della zip, non potevamo certo mancare a questa inaugurazione e abbiamo avuto modo di scoprire tutte le novità della collezione primavera-estate 2010, tra cui borse coloratissime in tonalità come il fucsia o il turchese e in materiali come il denim.

    Uno spazio a metà tra l’atelier e la boutique, circondato naturalmente dalle bobine di cerniere che diventano quasi degli elementi di arredo in questo spazio, fino anche a diventare protagonista di quadri! Questo flaship store sarà il primo di una lunga serie: è infatti partito il franchising di Ghostzip, che permetterà a tutti coloro che vogliono cimentarsi in un’impresa artigianale di successo di apprendere il know how di un’azienda giovane e dinamica come GhostZip.

    Nei prossimi mesi è prevista l’apertura di altri monomarca GhostZip, con la partecipazione di imprenditori e con il reclutamento di artigiani o di giovani desiderosi di imparare un nuovo mestiere. Non serve un’acquisita esperienza nel campo artigianale, ma tanta voglia di imparare: GhostZip infatti metterà a disposizione la propria conoscenza nella formazione del franchising.

    Gli store GhostZip saranno quindi dei veri e propri negozi-poli produttivi che valorizzino l’esperienza artigianale senza ricorrere a delocalizzare la produzione per abbassare i costi. GhostZip, da prodotto artigianale qual è fin dall’origine, è e sarà sempre rigorosamente Made in Italy.

    All’inaugurazione di ieri è intervenuto Giorgio Oldrini, sindaco di Sesto San Giovanni che ha patrocinato il progetto che vede protagonisti GhostZip e Learn To Be Free, onlus presieduta da Irene Pivetti. La conduttrice non è intervenuta all’inaugurazione solamente come fan della zip, ma anche per sostenere GhostZip in questo ambizioso progetto di franchising e aiutare il marchio a formare gli artigiani e gli imprenditori di domani.

    Si ringrazia Ghostzip e Paolo Gorni per le immagini gentilmente concesse Fotografie a cura di Gianluca Manca