Borse Louis Vuitton, sfilata maschile autunno-inverno 2010/2011

Borse Louis Vuitton, sfilata maschile autunno-inverno 2010/2011

    Comincia di nuovo il giro di valzer delle sfilate, l’appuntamento più atteso per tutte le amanti della moda. Poco prima delle sfilate dell’Haute Couture, dove hanno trionfato le borse in foglie di palma di Jean Paul Gaultier, la capitale francese è stata teatro delle collezioni di moda maschile per l’autunno-inverno 2010/2011. Prepariamoci a vedere cosa aspetta l’uomo per il prossimo inverno e cominciamo subito con Louis Vuitton, una delle sfilate più attese della Paris Fashion Week.

    Come mi aspettavo, la collezione maschile di Louis Vuitton per l’autunno-inverno 2010/2011 mi ha stregato: ancora una volta rischia di piacermi di più di quella femminile! E ora capisco anche perché: da quattro anni infatti è lo stilista belga Paul Helbers, già responsabile del menswear di Maison Martin Margiela, il men’s studio director di Louis Vuitton, sempre sotto la supervisione di Marc Jacobs. Una coppia che non potrebbe essere più diversa: il primo schivo e composto, l’altro istrione e stavagante.

    La collezione maschile di Louis Vuitton per l’autunno-inverno 2010/2011 è ispirata ai rigori geometrici della Wiener Werkstatte, celebre ditta viennese legata al mondo del design che raccolse gli esiti di avanguardie come il Liberty inglese, l’Art Nouveau e la Secessione Viennese.

    Una collezione tutta concentrata sul concetto di Bleisure, ossia business + leisure, dove gli abiti sono sì eleganti e classici ma allo stesso tempo casual e adatti alla vita di tutti i giorni.

    Per quanto riguarda la collezione di borse, ogni singolo modello che ho visto sfilare mi ha affascinato.

    Torna con mio sommo piacere la linea Monogram Macassar, una delle più amate della stagione che sta per finire, con nuovi modelli come la cartella lavoro e la shopper triangolare. Un modello, quest’ultimo, che ritorviamo un po’ in tutta la sfilata, e che mi auguro vivamente di vedere nelle vetrine delle boutique.

    Le linee come sempre sono tra le più diverse: oltre alla già conosciuta Macassar, ne troviamo una in pelle color arancio, una in pelle marrone, una in tessuto grigio e inserti in pelle marrone e infine la più particolare, una stampa artistica che sembra quasi dipinta con acquerello.

    I modelli visti sono sempre molto classici: riconosciamo la Steamer, tornano di nuovo gli zaini extralarge e le shopper, non mancano le cartelle lavoro e laptop bag. Molto misterioso il borsone cilindrico che sembra un riadattamento della Keepall.

    Foto da:
    www.menstyle.it

    481

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Borse Autunno 2010Borse Louis VuittonBorse UomoLouis Vuitton collezione 2010Paris Fashion Weeksfilata Louis VuittonSfilate
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI