Borse Louis Vuitton: originali o imitazioni?

Borse Louis Vuitton: originali o imitazioni?
da in Bag Trend, Borse 2009, Borse Louis Vuitton, borse shopping Louis Vuitton, In Evidenza
Ultimo aggiornamento:

    Louis Vuitton è certamente il brand di moda più contraffatto al mondo. Talmente amato e popolare che c’è chi ha pensato di ricoprire addirittura i sacchi della spazzatura e un’ automobile con il famoso logo LV.

    Ma i vertici della maison non hanno trovato così divertente e gratificante questa situazione dato che stanno combattendo il fenomeno a colpi di azioni legali.
    Hanno infatti vinto un battaglia legale contro la casa d’aste online ebay a cui una corte di giustizia francese ha imposto un’ammenda di ben 40 milioni di euro per aver permesso sul suo sito la vendita di borse contraffatte dei brand del polo LVMH e soprattutto di articoli firmati Louis Vuitton.

    Un fenomeno che conta un giro d’affari impressionante. Basta navigare su internet per imbattersi in centinaia di siti, soprattutto cinesi, dove si vendono una miriade di borse contraffatte. Può essere anche divertente, vi assicuro, osservare come certi modelli siano imitati in modo veramente ridicolo. Ecco quindi la borsa a forma di maxi baguette Fendi, con tanto di logo in acciaio, ricoperta con fantasia Vuitton.

    Per giustizia di cronaca va sottolineato che le borse Vuitton si possono trovare solo nelle boutique del marchio, in corner di selezionatissimi grandi magazzini di lusso o online, sul sito ufficiale e su eluxury. Se non volete rischiare di spendere 600 euro e ritrovarvi con un tarocco vi sconsiglio vivamente di avventuravi al di fuori dei percorsi sopra citati.

    Le borse Vuitton non hanno mai, e sottolineo mai, cartellini con il prezzo attaccati, devono essere vendute nel loro sacco di panno con scritta Louis Vuitton in nero e non devono assolutamente avere manici ricoperti di plastica, per farvi un’idea vi consiglio vi osservare bene la gallery.
    Infine il prezzo.

    Non esistono borse scontate o originali ma leggermente difettate; se vi offrono a 200 euro una borsa che in negozio ne costa 800, state pur sicuri che vi stanno vendendo un tarocco!

    Detto questo, credo che ognuno sia libero di scegliere se desidera acquistare una borsa falsa. Personalmente lo trovo assurdo: primo perchè è di fatto illegale e poi perchè, nei negozi, ci sono tantissimi modelli veramente adorabili, anche se non firmati dallo stilista di grido, e con prezzi assolutamente ragionevoli.

    C’è poi chi, gicando con il fenomeno della contraffazione di borse Vuitton ha creato pezzi da museo. Ne è un esempio l’artista coreano Zinwoo Park che ha preso delle borse Speedy e le ha marchiate con la grande scritta fake; questi pezzi sono stati presentati alla Ssamzie Gallery a Seoul e a New York. Idea geniale per denunciare/ridicolizzare un fenomeno molto diffuso ai nostri giorni.

    Infine, se avete sempre desiderato una borsa Louis Vuitton ma il vostro conto è perennemente in rosso, vi consiglio di dare un’occhiata alle Fakewear bags, ideate dal gruppo creativo olandese MindWhatYouWear.
    Si tratta di riproduzioni di alcuni modelli del marchio francese che vengono coperti con una enorme scritta FAKE sopra il monogramma LV, per sottolineare il fatto che la borsa è inequivocabilmente un’imitazione.
    Un’idea originale che piacerà alle più trasgessive!

    604

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Bag TrendBorse 2009Borse Louis Vuittonborse shopping Louis VuittonIn Evidenza
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI