Borse Chanel: 7 curiosità che non ti hanno mai detto

Le borse Chanel sono in assoluto le più desiderate da tutte le fashion victim. Scopri con noi 7 curiosità che nessuno ti ha mai detto su alcuni dei modelli più celebri.

da , il

    Sai tutto sulle borse Chanel? Ecco 7 curiosità che non ti hanno mai detto su alcuni dei modelli più celebri prodotti dall’iconica maison francese nata per opera dell’indimenticabile Coco. Da dove deriva il nome 2.55? Perchè Chanel usa la trama matelassè? Scopri con noi questo e molto di più.

    Sapevi che ogni Chanel bag ha un numero di serie?

    La maison ha introdotto nel 1986 un codice seriale di 7 cifre, di cui le prime due simboleggiano l’anno di produzione della borsa su cui è impresso. Questa misura è stata adottata per evitare che lotti di borse Chanel fossero rubati dalla fabbrica produttrice e venduti in nero.

    Perchè 2.55?

    La famosa, ormai leggendaria, borsa a spalla 2.55 è sicuramente uno dei modelli di borse Chanel più belli e apprezzati di sempre, oltre che uno tra i più celebri. Il suo nome deriva semplicemente dalla sua data di “nascita”, ossia febbraio 1955.

    Una borsa da 18 ore di lavoro

    Per realizzare la 2.55 di Chanel occorrono 18 ore di lavoro e l’impiego di diversi artigiani. Non tutti sanno, inoltre, che la 2.55 altro non è che la rivisitazione di un modello che lasciasse le donne “con le mani libere” disegnato da Coco Chanel già nel 1929.

    Chanel e la sua borsa da sogno

    Tutte le borse Chanel rappresentano per molte fashion victim una sorta di chimera irraggiungibile, ma questa più delle altre: parliamo della borsa Chanel più costosa di sempre, la Diamond Forever Classic, ornata con 334 diamanti e realizzata in pelle di alligatore bianco, per un costo totale di $ 261.000

    Perchè il matelassè?

    Uno dei tratti distintivi delle borse Chanel, assieme alla presenza dei manici a catena, di grande tendenza anche per questa primavera/estate 2015, è la presenza del matelassè. Questa predilezione della maison per la pelle trapuntata deriva dall’amore di Coco per l’equitazione ai tempi in cui i materiali matelassè venivano indossati solamente dagli “addetti ai lavori” che avevano a che fare con i cavalli nelle stalle e nelle scuderie.

    Il nome della Ligne Cambon

    La Ligne Cambon, da portare a mano o a spalla, è uno dei modelli introdotti da Karl Lagerfeld nella produzione continuativa di Chanel. Questa borsa, caraterizzata dall’immancabile matelassè e dal logo con doppia C della maison cucito su pelle, prende il suo nome dal numero 31 della Rue Cambon, indirizzo dell’appartamento di Coco.

    La Boy bag è ispirata al grande amore di Coco Chanel

    Punto di partenza per la realizzazione della Boy bag, altro modello cult di Chanel lanciato da Karl Lagerfeld, è stato un bottone art decò che faceva parte di una vecchia collezione e che venne ingrandito ed utilizzato come chiusura di una borsa, cui in seguito sono state aggiunte le catene e i rettangolini ai lati, provenienti da una vecchia cassaforte. Il nome si ispira a Boy Capel, grandissimo amore di Mademoiselle Coco.