Beneficenza: quando le borse fanno del bene

Beneficenza: quando le borse fanno del bene
da in Bag Trend, Borse 2009, Borse Beneficenza, Borse Inverno 2010, In Evidenza
Ultimo aggiornamento:

    Quante volte ci siamo sentite in colpa per aver speso troppo per una borsa? Meno male che a volte i designer pensano a cancellare il nostro senso di colpa con iniziative benefiche che vedono sempre più spesso protagoniste le borse. Gli ultimi mesi del 2009 sono stati letteralmente costellati da moltissime iniziative di beneficenza, che hanno visto la partecipazione di alcuni dei marchi preferiti come Louis Vuitton, Jimmy Choo, Versace e tanti altri. Vediamo insiene tutte le più importanti iniziative che hanno caratterizzato la stagione autunno-inverno 2009/2010.

    Anche la moda può essere buona. Sempre più infatti i designer prestano il proprio marchio per iniziative di beneficenza, che se da un alto assicurano un immediato ritorno pubblicitario, dall’altro possono davvero servire ad aiutare popolazioni in difficoltà e le associazioni che si battono per aiutarle.

    La stagione autunno-inverno 2009/2010 sarà ricordata per le borchie, per le borse in pelliccia e per molti altri trend, ma forse la ricorderemo anche per essere stata una stagione davvero “buona”. Sono tantissime infatti le iniziative benefiche che vi abbiamo raccontato e che hanno fatto chiudere in bellezza il 2009.

    I grandi marchi italiani e internazionali si sono ritrovati per la quinta volta consecutiva a sostenere il progetto Eforpeople, portale online dove i brand di moda e design mettono in vendita le proprie creazioni (a un prezzo scontato ovviamente) per sostenere con parte del ricavato la Fondazione Altagamma per ricostruire la casa-famiglia di San Gregorio in Abruzzo. Moltissimi i marchi che hanno partecipato all’iniziativa, come Braccialini, Giuseppe Zanotti, Hermès, Moschino e Ferré.

    Dopo il successo della collezione Tattoo Heart, anche quest’anno Gucci ha deciso di appoggiare l’Unicef e in particolare il progetto “Schools for Africa”. Il classico monogramma della casa di moda italiana è stato per l’occasione colorato dalle illustrazioni di “Snowman in Africa”, realizzate dall’illustratore Michael Roberts. Delle borse vendute nelle boutique dal 16 novembre al 31 dicembre 2009, il 25% del ricavato è stato devoluto per il finanziamento del progetto.

    Sono invece 1.000 bambini newyorkesi gli autori dei disegni che rendono speciali le borse benefiche di Versace. La biondissima Donatella ha chiesto loro infatti di spiegare attraverso i loro disegni cosa fosse l’amicizia e quelli più belli sono stati scelti per decorare alcuni modelli come quello che vedete come copertina della nostra gallery, il cui ricavato è stato devoluto interamente alla Starlight Foundation e alla Jet Li One.

    Alviero Martini ha invece sostenuto la onlus tedesca “Tribute to Bambi” con la sua ultima Bambi bag, una borsa realizzata per festeggiare l’espanzione del marchio 1a Classe in Germania e in Austria, mentre Coccinelle, da anni impegnata nella beneficenza con la Goodie Bag, ha realizzato una borsa shopping da decorare con pennarelli per sostenere l’associazione Magica Cleme, che aiuta i bambini malati di tumore che sono costretti a trascorrere molti mesi nei reparti di oncologia degli ospedali italiani.

    Le nuove borse della collezione Monogram Eden per la p/e 2010 di Louis Vuitton aiuteranno l’associazione White Ribbon Alliance, che lotta contro la mortalità infantile a causa di problemi durante la gravidanza e il parto, mentre Jimmy Choo ha sostenuto anche quest’anno, in collaborazione con la Elton John AIDS Foundation, il Project PEP, per finanziare il Centro anti-stupro Simelela di Cape Town in cui alle donne viene fatta la profilassi post-esposizione ad HIV.

    Ma sono molti altri i marchi che hanno sposato una buona causa: Frankie Morello contro le malattie del sangue, Piquadro per sostenere nuovi modelli di business, appositamente pensati per le persone diversamente abili, con la fondazione Il Girasondo, Furla con il progetto “Love Difference”, Max&Co con la nuova edizione del prgetto Max&Co.&Africa&You e infine anche Carmina Campus, che con le sue borse ecologiche e riciclate aiuta le donne della città camerunense di Dschang.

    749

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Bag TrendBorse 2009Borse BeneficenzaBorse Inverno 2010In Evidenza
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI