Speciale Natale

7 curiosità che non ti hanno mai detto sulle borse Louis Vuitton

7 curiosità che non ti hanno mai detto sulle borse Louis Vuitton
da in Borse Louis Vuitton
Ultimo aggiornamento: Domenica 19/07/2015 18:48

    COPERTINA LV

    Scopri con noi 7 curiosità che non ti hanno mai detto sulle borse Louis Vuitton, indubbiamente tra le più desiderate ed amate dalle fashion victim di tutto il mondo. Sai com’è nato il famoso monogramma LV? E se ti dicessimo che molte borse della maison francese vengono bruciate come reagiresti? Ecco tutto quello che devi sapere!

    VuiitonMalletier 1024x728

    Non tutti sanno che Louis Vuitton Malletier, fondatore dell’omonima maison di moda Louis Vuitton, iniziò la sua carriera producendo valigie e bauli, in un periodo in cui l’aristocrazia era al massimo della propria ricchezza e viaggiare stava diventando un’abitudine per i più abbienti, molto complici le migliorie delle varie vie di comunicazione. Prima di mettersi in proprio nel 1857 aprendo la sua valigeria di lusso in Rue Neuve des Capucines, il giovane Vuitton diventò il preferito dell’imperatrice Eugenia, madre di Napoleone III. Le valigie Louis Vuitton continuano ad essere tra le più desiderate, specialmente grazie a modelli davvero intramontabili.

    AUDREY BAULETTO

    Il modello a bauletto Speedy di Louis Vuitton è indubbiamente tra le borse più conosciute al mondo. La sua fama si deve però principalmente alla divina Audrey Hepburn che nel 1965 chiese alla maison di realizzarle una versione mini della Speedy (25 cm) e, sfoggiandola molto frequentemente, la rese un’icona.

    borsa lv

    Tutti gli invenduti firmati Louis Vuitton vengono rispediti alla fabbrica di produzione per essere triturati e bruciati. Pare si tratti di una scelta in funzione del marketing: svendere gli invenduti a prezzi irrisori rischierebbe, infatti, di rendere probabilmente meno appetibili le borse e sminuirne la qualità e il prestigio. Che spreco, non è vero?

    tempi produzione

    Le borse Louis Vuitton rappresentano principalmente un elogio al pregio dei materiali e all’attenzione maniacale per ogni minimo dettaglio. Per realizzare interamente una borsa della maison occorre in media una settimana di tempo.

    borsa lv colorata

    Il particolare canvas con cui le borse Louis Vuitton vengono realizzate le rende impermeabili ed ignifughe e, inoltre, ogni singola borsa viene sottoposta a numerosi test di resistenza: tramite alcuni macchinari le borse vengono fatte cadere da mezzo metro di altezza e il materiale di realizzazione viene sottoposto al bombardamento di raggi ultravioletti. Come se non bastasse, poi, le cerniere, uno dei dettagli che ci aiutano a riconoscere una borsa Louis Vuitton falsa, vengono aperte e chiuse circa 5.000 volte per assicurarsi che funzionino bene

    CHANEL CON ALMA

    Persino Coco Chanel dovette cedere al fascino di Louis Vuitton: l’iconica borsa Alma è stata l’unica sfoggiata dall’indimenticabile Coco non appartenente alla propria produzione a partire dal 1925.

    louis vuitton monogram icon

    E’ stato Georges Vuitton, figlio del fondatore della maison, a creare nel 1896 il famosissimo Monogram con le iniziali del padre e un disegno, con buone probabilità ispirato a simboli tradizionali giapponesi, in cui comparivano fiori ed elementi geometrici.

    765

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI